LA FILTRAZIONE CON VETRO ATTIVATO AFM

Negli ultimi anni si è diffusa molto rapidamente la tecnica di filtrazione tramite vetro attivato, che sta piano piano sostituendo quella a quarzite. Il Vetro Filtrante Attivato AFM® è ottenuto da vetro verde che sostituisce la sabbia in tutti i tipi di filtri e fornisce almeno il 30 % di resa in più. Impedisce lo sviluppo di batteri, agglomerazioni e canali preferenziali ed il processo di attivazione aumenta notevolmente la superficie filtrante; assorbe gli agenti inquinanti dell‘acqua, garantendo acqua cristallina senza alcun odore di cloro.

 

vetro euracqua

 

 

Il Vetro Filtrante Attivato AFM® riduce il rischio biologico da batteri e parassiti, così come il rischio chimico da acqua e aria, appena sopra la superficie. Il risultato è una piscina più sicura per i bambini, un luogo di lavoro più sano per il personale delle piscine pubbliche e un’esperienza di piscina notevolmente migliorata per tutti.

I principali vantaggi riscontrabili sono:

– Acqua cristallina: filtra almeno il 30 % in più rispetto al quarzo o alla normale sabbia di vetro.

Minor consumo di cloro: migliore filtrazione = minore necessità di cloro.

Nessun odore di cloro: le triclorammine, causa del cattivo odore di cloro, non sono più prodotte

– Bioresistente – impedisce la creazione di un luogo adatto alla proliferazione per batteri e virus

– Nessun Biofilm, né Legionella: impedisce la formazione del biofilm, un film scivoloso di batteri che fungerebbe da casa per gli agenti patogeni come Legionella, Staphylococcus e Pseudomonas.

Il Vetro Attivato AFM® supera di gran lunga le prestazioni della sabbia di quarzo e di vetro, ed è realizzato solo con vetro verde puro, che è l‘unico vetro che ha le proprietà chimico-fisiche necessarie per rendere il Vetro auto-sterilizzante.

 

 

 

 

Piscine Fuoriterra

 Le Piscine Fuoriterra sono Piscine ideali per tutta la famiglia, sia per lo sport che per il gioco.

Quanto da noi offerto è da ritPiscina-fuori-terra-Gramaglia-Piscineenersi il riferimento qualitativo massimo sul mercato, sicurezza ed affidabilità è ciò che la distingue dalle altre piscine fuoriterra, i continui test di resistenza vengono condotti nelle condizioni più difficili e gravose.

La prerogativa di questa piscina è data dalla facilità d’installazione, infatti chi la acquista può anche provvedere personalmente al montaggio.

La struttura è in acciaio zincato e gli accessori metallici a contatto con l’acqua sono tutti in acciaio inox e verniciati a caldo. Continua a leggere

Come procedere per realizzare una piscina

Prima di scegliere quale piscina realizzare, per abbellire la propria abitazione, occorre avere chiari alcuni aspetti di tipo pratico e normativo, che ci eviteranno noie in futuro.

Come realizzare una piscina
Innanzitutto, trattandosi di un’opera fissa collocata all’interno di una proprietà privata, si suppone nel giardino o comunque nella pertinenza, la piscina interrata necessita del permesso a costruire da parte del Comune, secondo quanto prevede il regolamento comunale. Questo permesso sarà legato alle indicazioni del piano regolatore e potrebbe obbligare al rispetto di vincoli paesaggistici e ambientali, se presenti. Tra le scelte prioritarie rientra anche la posizione della piscina, che preferibilmente dovrebbe privilegiare una zona con maggior presenza di sole, poco battuta dal vento e dove vi sia spazio per il relax, quindi poter sistemare agevolmente accessori vari, come sedie, lettini e ombrelloni.
Rispetto alle tecnologie e alle scelte costruttive, le aziende offrono in genere realizzazioni in cemento armato, molto durevoli, o con pannellature di diverse tipologie – si va dall’acciaio, al polistirolo, polietilene ecc. -. Successivamente queste pannellature vengono rivestite utilizzando metodologie diverse, dal telo in PVC, che può essere di vari colori. I rivestimenti in mosaico, clinker, materiali plastici o a base di malta che si posano solo sul cemento armato.

Continua a leggere

M’ILLUMINO DI LED

Oggi come non mai, si pone una grandissima attenzione per i dettagli architettonici e l’illuminazione è sicuramente un aspetto ormai fondamentale per la buona riuscita di un’opera, tenendo conto anche dei consumi energetici.
Qualsiasi ambiente, sia al chiuso che all’aperto, se ben illuminato e con prodotti di qualità, acquista un aspetto elegante e chic.
E la piscina non fa differenza!Piscina illuminazione
Nel corso degli anni si è passati velocemente dai classici fari rotondi da 300 Watt dall’illuminazione tenue e tendente al giallo, ai più moderni fari a Led, che non solo regalano una luce più intensa e duratura, ma che rispettano anche l’ambiente, con un minore consumo elettrico.
In commercio ne esistono un numero infinito di varianti, per marca, modello, forma e dimensione; si possono installare su quasi ogni tipo di piscina, sia interrata che fuori terra, con quasi tutti i tipi di struttura: cemento, pannelli, prefabbricata,etc..
Piscina-illuminataUn’ubicazione molto amata dalla clientela, è sui gradini delle scale romane per creare un effetto scenografico “a cascata”.
Inoltre, è possibile installare fari a LED RGB (=Red,Green,Blue ovvero i colori primari da cui scaturiscono tutti gli altri colori), per creare fantasiosi giochi di luce e colori e comandarli tramite un telecomando wireless o la musica!

Continua a leggere

Piscine pubbliche: skimmer o sfioro?

Costruire una piscina spesso implica il rispetto di normative che ne regolamentano la realizzazione, soprattutto se si parla di piscine pubbliche.
La norma UNI 10637, con le successive revisioni ed integrazioni, traccia le linee guida per la progettazione dell’impianto di filtrazione, circolazione e ricircolo dell’acqua nelle piscine dividendo in categorie le medesime.
1) PISCINE A SFIORO: l’acqua tracima a livello del piano di calpestio in una canaletta.
2) PISCINE A SKIMMER: l’acqua rimane sotto il livello del piano di calpestio.
Si possono quindi realizzare piscine con ricircolo a sfioro o a skimmer, seguendo i seguenti criteri:
piscina-sfiorole piscine bordo sfioratore: il bordo sfioratore deve estendersi per le vasche rettangolari almeno sui lati lunghi e per le forme libere almeno per il 60% del perimetro esterno della vasca. In modo che l’acqua sfiori contemporaneamente ed equamente. Lo sviluppo del bordo sfioratore deve presentare differenze di livello al massimo di 2 mm. Il bordo sfioratore e le tubazioni dedicate devono smaltire nell’unità di tempo senza traboccare l’acqua di immissione, il volume massimo spostato dai bagnanti in vasca nonchè il volume dell’onda generata dai bagnanti stessi. L’acqua che tracima viene raccolta in una vasca, prelevata dalla/e pompa/e, filtrata e reimmessa in piscina.

Continua a leggere

Tipologie costruttive per realizzare una piscina

struttura-piscinaUna volta determinata la forma, le dimensioni e la scelta se piscina a skimmer o bordo sfioratore occorre scegliere la tipologia costruttiva per realizzarla. Non è facile pertanto è necessario rivolgersi agli esperti del settore che consigliano il cliente affinchè venga fatta la scelta giusta in funzione delle esigenze e delle caratteristiche del terreno.
Le tipologie più comuni per la realizzazione di una piscina sono vari:
1. Completamente in c.a.;
2. Con pannelli in acciaio zincato o inox posati su soletta in c.a.;
3. Con casseri a perdere in EPS, con soletta in c.a.;
4. In VTR monoscocca;
5. Laghetti naturali balneabili.
Le piscine in c.a. sono sì le più onerose, ma le strutture in c.a. oltre ad essere monolitiche permettono la realizzazione di piscine di qualsiasi forma e profondità, nonché la libera scelta sulla posa del rivestimento: dal telo in PVC alla resina, dalla verniciatura al mosaico ecc. sono le più personalizzabili. Chiaramente una piscina in c.a. deve essere verificata da un tecnico strutturista che dimensiona spessori, pareti, fondazioni e armatura.
Continua a leggere