Legionella: L’importanza della prevenzione e del controllo

LegionellaChi di voi non ha mai sentito parlare di legionella? Quasi tutti sanno che si tratta di un batterio, ma pochi conoscono veramente quelli che sono i suoi effetti e la facilità con cui si annida in luoghi che frequentiamo quotidianamente; con questa breve nota desideriamo far capire la grande importanza della prevenzione e del controllo in questo campo.

I batteri del genere Legionella sono presenti principalmente nell’acqua, normalmente senza pregiudicarne la potabilità e si trasmettono per via aerea mediante inalazione di piccolissime goccioline durante la respirazione. Le consuete concentrazioni di disinfettante contenute nella rete idrica sono generalmente insufficienti a garantire l’assenza del batterio, il quale è nocivo quando è associato a fattori come temperatura dell’acqua dai 25 ai 45°C all’interno delle tubazioni, presenza di biofilm etc..

Continua a leggere

Rivestimenti: alternativa al telo in PVC

Il rivestimento con telo in PVC che offre: semplicità e velocità di posa, garanzie di tenuta, poche predisposizioni a livello strutturale, varietà di colori, ne fanno la tipologia più diffusa nel mondo delle piscine.

Comunque pensare di rivestire la propria piscina con altri prodotti è possibile; chiaro è che i costi aumentano in funzione delle caratteristiche scelte: mosaico, Klinker, verniciatura, resina, sono alcuni tra i prodotti più utilizzati. Si deve tener presente però che qualsiasi altra tipologia richiede interventi di predisposizione a livello strutturale: water-stop nelle riprese getto e impermeabilizzazioni le più importanti; non tutti gli impermeabilizzanti però danno garanzie sulla tenuta negativa (spinta dell’acqua dall’esterno della struttura), quindi si deve prevedere di impermeabilizzare anche la facciata esterna della struttura per evitare fenomeni di rigonfiamenti e “sbollature” all’interno dell’invaso, con un ulteriore incremento dei costi.

RIMPER Piscine 05-01Esistono però prodotti a base cementizia che, oltre a proteggere il calcestruzzo dal deterioramento, garantiscono ottime caratteristiche di resistenza alla spinta negativa, facendo molta attenzione “all’inghisaggio” dei pezzi speciali (skimmer, bocchette ecc.) che solitamente vengono posati in asole passanti opportunamente previste durante la realizzazione della struttura in c.a.. Sigillare opportunamente tali punti critici, è possibile, utilizzando prodotti idro-espansivi con malte a presa rapida anti-ritiro aventi eccellenti proprietà tissotropiche.

Continua a leggere

Fiera Ecomondo

Vi segnaliamo la fiera “ECOMONDO” che è considerata la piattaforma del bacino Mediterraneo in merito all’ecoinnovazione e all’utilizzo dei rifiuti come risorsa.

Fiera Ecomondo

Sarà presente anche un salone dedicato al trattamento delle acque, dalla distribuzione delle acque per il consumo umano alla raccolta delle acque reflue, depurazione ed eventuale riuso.

Verrà anche trattata l’innovazione e il monitoraggio del trattamento acque, focalizzandosi anche sulla questione delle reti idriche e degli impianti di trattamento delle acque reflue.

Visitate il sito ufficiale della fiera per avere maggiori informazioni!

Impianti di trattamento acque di prima pioggia

Impianto interrato con coperture carrabili

Impianto interrato con coperture carrabili

La normativa vigente in materia di tutela delle acque – Decreto Legislativo 3 aprile 2006 n. 152 s.m.i. – prevede il trattamento delle acque meteoriche per le quali vi sia il rischio di dilavamento da superfici impermeabili scoperte di sostanze pericolose o di sostanze che creano pregiudizio per il raggiungimento degli obiettivi di qualità dei corpi idrici demandando alle Regioni il trattamento più appropriato in funzione dell’attività svolta. La prima normativa che ha regolamentato l’afflusso e il trattamento di questo tipo di acque è stata quella della Regione Lombardia, rif. Legge Regione Lombardia 62 del 1985, sono considerate acque di prima pioggia quelle corrispondenti per ogni evento meteorico ad una precipitazione di 5 mm uniformemente distribuita sull’intera superficie scolante servita dalla rete di drenaggio. Ai fini del calcolo delle portate, si stabilisce che tale valore si verifichi in quindici minuti. Continua a leggere